Photo credit : posztos / Shutterstock.com

 

Il Cadore è un luogo magnifico, che alle bellezze naturalistiche, ai paesaggi e ai tanti scorci di incomparabile bellezza, fonde una storia interessante e complessa, nonché tradizioni molto radicate, cristallizzate nelle sale dei numerosi istituiti museali che puntellano il territorio. Se avete intenzione di fare un giro per i musei del Cadore, date prima uno sguardo ai consigli che intendiamo fornirvi.

Una vacanza nel Cadore all’insegna della cultura

A pochi metri dalla piazza centrale di Pieve di Cadore sorge la casa natale di Tiziano Vecellio, insignita del titolo di monumento nazionale. Quella di Pieve fu la dimora nella quale l’artista crebbe prima di trasferirsi a Venezia. Il piano terra è interamente realizzato in legno, con le pareti foderate di listelli in legno ed il pavimento in parquet: qui sono conservate alcune riproduzioni dei disegni dell’artista, i cui originali sono agli Uffizi di Firenze. Al piano superiore invece sono presenti molte lettere scritte da Tiziano ed inviate ai suoi amici e familiari. L’arredamento è stato realizzato sull’esempio di quello originale dell’epoca.

 

casa di tiziano vecellio a pieve di cadore

Interno della casa di Tiziano Vecellio a Pieve di Cadore. Photo credit: posztos / Shutterstock.com

 

Sempre a Pieve di Cadore è presente il Museo dell’Occhiale, inaugurato nel 1990 e recante una collezione di oltre 1600 pezzi fra occhiali, binocoli, volumi antichi, lenti e cannocchiali, tutti datati tra il 1500 ed il 1950. È presente anche un ampio approfondimento sulla prima fabbrica di occhiali aperta a Calalzo di Cadore ed un itinerario cronologico ricco di fotografie, documenti, macchinari d’epoca e filmati.

 

museo dell'occhiale pieve di cadore

Il Museo dell’occhiale a Pieve di Cadore. Photo credit: posztos / Shutterstock.com

 

L’altro museo da non perdere a Pieve di Cadore è quello archeologico, recante uno straordinario patrimonio di reperti romani e pre-romani: bronzetti, ceramiche, lamine votive, monete, fibule e gioielli costituiscono il tesoro gelosamente conservato al secondo piano del Palazzo della Magnifica Comunità Cadorina.

Visitare il Cadore, le sue tradizioni e la sua storia

Chi vuol conoscere questa meravigliosa terra e scoprire cosa vedere nel Cadore al di là delle numerose opportunità di svago offerte dalla natura e dai tanti itinerari, può scegliere di apprendere di più circa le antiche tradizioni di quest’area. A San Vito di Cadore è possibile far visita al Museo Etnografico, nel quale sono conservati oggetti che spaziano dalle attività pastorali ed agricole, allo sport, al corpo dei vigili del fuoco, ai lavori artigianali e alla produzione tessile. Un interessante excursus di storia locale, tradizioni, attività e passatempi che hanno permeato il tessuto sociale cadorino attraverso i secoli.

 

museo dolomites museo delle nuvole

Il Museo Dolomites chiamato anche Museo delle Nuvole

 

Il Museo Dolomites, meglio conosciuto come Museo delle Nuvole, è situato ai 2187 metri della vetta del Monte Rite, nel territorio di Cibiana di Cadore. L’istituto fu voluto dal celebre alpinista Messner e descrive la montagna in ogni suo aspetto. Il panorama che è possibile dominare da qui abbraccia la Conca Ampezzana, il Cadore, la Valle di Zoldo e tutte le cime più elevate dell’area. Nelle sale del museo sono conservate alcune tele degli esponenti del Romanticismo che ritrassero i meravigliosi paesaggi dolomitici. Stupende sono le vedute di Ender e Compton e molto interessanti sono le riproduzioni in gesso di Stephan Huber.