Se quello che desiderate è una vacanza in total relax, lontano dal trambusto cittadino e dallo smog, dovete puntare sulla magica quiete delle Dolomiti. All’interno di questo articolo ci soffermeremo sulla parte orientale di queste zone montuose e vi daremo alcuni consigli su cosa fare in primavera nel Cadore. La località storica italiana, appartenente al Veneto (nell’alta provincia di Belluno), offre degli scenari da favola e dei panorami mozzafiato, perfetti per rilassarsi.
Se il vostro intento è quello di fermarvi nel Cadore per qualche giorno in più, magari per un weekend oppure – l’opzione migliore per rilassarsi sul serio – per una settimana intera, il territorio veneto è colmo di spunti interessanti da approfondire. Da non sottovalutare, soprattutto, le attività escursionistiche praticabili nelle varie zone montuose appartenenti a questa specifica area delle Dolomiti.

Primavera nel Cadore: cercate alloggio ad Auronzo di Cadore

Auronzo di Cadore è la località più ricca di bellezze naturali dell’intera area. Il suo territorio presenta infatti, oltre alle numerose zone montuose, ben due laghi: il lago di Misurina (che prende il suo nome dalla località di Misurina, appunto, appartenente alla cittadina Auronzo di Cadore), definito anche ‘la perla delle Dolomiti’, e quello artificiale di Santa Caterina. Quest’ultimo, conosciuto anche col nome di lago di Auronzo, si è formato grazie ad un’antica diga che, facendo da barriera alle acque provenienti dal torrente Ansiei, ha dato vita al bacino artificiale appena menzionato. Il torrente, dopo aver attraversato il lago di Auronzo, sfocia nel fiume Piave di Cima Gogna, un’altra frazione di Auronzo di Cadore.

Alloggiare ad Auronzo è dunque la soluzione migliore se si ama stare a contatto con la natura. In particolar modo, questo luogo è perfetto per trascorrere una primavera nel Cadore: in questo periodo dell’anno il clima favorirà le attività escursionistiche e permetterà di fare un giro in barca nelle acque del lago di Santa Caterina.

Cosa fare in primavera nel Cadore

Di attività da svolgere in primavera nel Cadore ce ne sono diverse. Ritornando per un attimo sul già citato lago di Auronzo non possiamo non menzionare la pista ciclabile che lo costeggia per tutta la sua lunghezza (circa tre chilometri), fino al centro urbano. Nello stesso lago è possibile anche praticare la pesca sportiva.

Passando dal lago alla montagna, invece, potrete optare per un bel giro in mountain bike: nella zona è possibile scovare più di un’azienda di noleggio biciclette. Oppure potrete fare una rilassante escursione: vi permetterà di ritrovare l’equilibrio interiore, spesso trascurato nella vita di tutti i giorni. Facendo riferimento al territorio di Auronzo di Cadore, le zone montuose che non potete non visitare sono: le Tre Cime di Lavaredo, la Croda di Toni, il Col Vidal la Marmolada. Si tratta di quattro percorsi perfetti anche per chi ama arrampicarsi, tutti accomunati da un panorama bellissimo.

Se fate un giro nel centro cittadino di Auronzo di Cadore, infine, vi consigliamo di andare a vedere la Chiesa di San Lucano: è realizzata in stile neoclassico ed è dedicata alla patrona del paese.