Chi ha scelto di raggiungere Auronzo di Cadore per un soggiorno di piacere, non dovrà temere pioggia e maltempo poiché potrà scegliere tra le numerose attività indoor offerte dalla splendida cittadina veneta. Del resto, il brutto tempo in montagna è sempre in agguato e chi ha programmato una bella escursione lungo i magici sentieri dolomitici deve pur avere un’alternativa valida. Le possibilità sono tante, per cui vediamo cosa fare ad Auronzo di Cadore in caso di pioggia.

Cosa fare ad Auronzo di Cadore quando piove?

Auronzo è un borgo montano della provincia di Belluno situato in una magnifica posizione sulle sponde del lago di Santa Caterina. È uno dei borghi più belli ed interessanti fra tutti quelli che gravitano intorno alle celebri Tre Cime di Lavaredo, uno dei comprensori alpini più suggestivi e conosciuti del turismo internazionale. Auronzo di Cadore è una stazione sciistica assai gettonata, grazie alla bontà e all’organizzazione delle sue strutture, ma anche alla bellezza dei luoghi e dei panorami che la circondano. Se costretti a restare al coperto da una brutta giornata di pioggia e non si sa cosa fare ad Auronzo di Cadore, le alternative non mancano e spaziano fra l’arte, la cultura, la storia locale e perché no, le eccellenti tradizioni enogastronomiche del luogo. Chi vuol sapere cosa fare ad Auronzo di Cadore non può prescindere da quella che è una delle strutture più interessanti e visitate della zona, ovvero il Museo Civico situato in Via Dante, all’interno del Palazzo Corte Metto. Il museo è suddiviso in quattro sezioni, e ciascuna di queste occupa un piano diverso della struttura: le scienze della terra sono sistemate al primo piano, l’archeologia e la paleontologia al secondo, la seconda guerra mondiale al terzo e le attività minerarie all’ultimo. Una visita al museo costituisce una maniera eccellente per conoscere più a fondo la storia e le straordinarie potenzialità di un territorio visitato soprattutto dagli appassionati di sport invernali e dagli amanti della natura e delle escursioni. Nel palazzo, inoltre, vengono organizzate numerose mostre temporanee su temi che spaziano dalla fotografia alla storia dello sci, passando per l’alpinismo e la filatelia.

Cosa fare ad Auronzo di Cadore se si è appassionati di arte

Chi si interroga su cosa fare ad Auronzo di Cadore, deve sapere che il patrimonio storico artistico cittadino non ha nulla da invidiare a quello di altre località più note. Risalente al 1760, la chiesa di Santa Giustina vanta degli interni molto interessanti, che stridono con l’architettura semplice e lineare che caratterizza la facciata. Oltre ad una vista sul lago davvero eccezionale, è possibile ammirarvi opere pregevoli di artisti locali come Antonio Schiavi, Tomaso da Rin e Grigoletti. La chiesa della Madonna delle Grazie presenta un’interessantissima pianta ottagonale e risale anch’essa al XVIII secolo, allorquando gli abitanti del borgo la eressero per ringraziare la Vergine per la fine della guerra con Dobbiaco, scoppiata per il possesso dei pascoli montani. Se si vuol sostare al coperto, è possibile anche visitare i tanti rifugi situati lungo la strada che unisce Auronzo di Cadore allo splendido borgo di Misurina.